Regolamento

Download Regolamento
Ultima Modifica 2017-05-21

REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA

Art. 1  – Organizzazione
L’ A.S.D. Soc. Ciclistica Fontanafredda, cod FCI 05 U 0022, con sede in via Venere, 1 – 33074 Fontanafredda (PN), tel e fax 0434.580580, cell. 380.7555234, e-mail segreteria@scfontanafredda.it  organizza dal 1 al 4 Giugno 2017 una manifestazione nazionale denominata “15° GIRO del FRIULI V.G. – Juniores” classe 2.14, riservata alla partecipazione di squadre di cui art. 3,2,2 delle norme attuative per società affiliate alla FCI ed all’UCI. Il responsabile dell’organizzazione sarà il sig. Baviera Stefano tessera n. 878960Q cell. 348.4417665 I Direttori di Corsa saranno il sig. Pittarella Gilberto tess. 378942L cell. 380.7555234, Bertolo Roberto tess. 858399N cell. 347.7598344 e Bonato Gianpietro  tess.  978948L cell. 329.3225687.

Art. 2 – Svolgimento
La manifestazione si svolgerà in 4 tappe complessivi km  300 ca, secondo il seguente schema:

  • Giovedi 1 Giugno: Ritrovo e punzonatura presso locali del Comune di Tolmezzo in Via Marchi Giuseppe –  Tolmezzo (UD)
    1^ tappa CronoSquadre di Km. 10.8 con partenza della 1^ squadra alle ore 18.00
  • Venerdi 2 Giugno:  2^ tappa in linea con partenza alle ore 14.00 da Ovaro (UD) ed arrivo a Paularo (UD) dopo Km. 95 ca
  • Sabato 3 Giugno: 3^ tappa in linea con partenza alle ore 14.00 da Paluzza (UD) ed arrivo a Monte Zoncolan dopo 100 Km ca
  • Domenica 4 Giugno: 4^ tappa in linea con partenza alle ore 10.00 da Gemona (UD) ed arrivo a Azzano Decimo (PN) dopo 105,00 Km. ca

Si allegano: tabelle di marcia; altimetrie; planimetrie zona arrivo con indicazione: sede organizzazione, giuria, cronometristi, stampa, segreteria; altimetrie e planimetrie degli ultimi 3 km; indicazione zone deviazione vetture; dichiarazioni direttori di corsa; dislocazione di ospedali e posti di pronto soccorso sui percorsi;

Art. 3 – Partecipazione
La corsa è ad invito e riservata a squadre di club, plurime, miste, rappresentative regionali e nazionali regolarmente affiliate alla UCI,  composta da un massimo di 6 (sei) atleti Ogni squadra avrà diritto a 2 accompagnatori. Una squadra non potrà prendere il via se non composta di minimo 4 corridori. In ogni caso, l’Organizzazione, al fine di salvaguardare l’immagine e la reputazione della propria gara, si riserva il diritto di rifiutare, fino al momento della partenza, i corridori o le squadre che con i propri atti o dichiarazioni dimostrassero di venir meno ai principi di lealtà sportiva. Inoltre, nel caso che i corridori o la squadra venissero meno, nel corso della manifestazione, ai principi di cui al presente capoverso, l’Organizzazione, in accordo con il Collegio di Giuria, si riserva anche il diritto di escluderli dalla corsa in qualsiasi momento.

Art. 4 – Iscrizioni
Avuta conferma della partecipazione, le iscrizioni dovranno essere confermate mediante regolare bollettino di iscrizione da inviare (almeno 20 giorni dall’inizio della manifestazione) alla società organizzatrice Soc. Ciclistica Fontanafredda, codice FCI 05 U 0022, con sede in via Venere, n° 1 – 33074 Fontanafredda (PN), tel. e fax 0434.580580 cell. 380.7555234, e-mail segreteria@scfontanafredda.it . Per le squadre straniere è obbligatoria l’autorizzazione della propria  Federazione.

Art. 5
Le squadre ammesse (massimo 30) saranno a carico dell’organizzazione per vitto ed alloggio a partire dalla cena di Giovedi 1 Giugno e fino al mattino del 4 Giugno 2017. Eventuali corridori ritirati saranno a carico delle rispettive squadre a partire dal giorno successivo al ritiro. L’Organizzazione espellerà dalla manifestazione tutte quelle persone e/o squadre che, con il loro comportamento, arrechino negatività d’immagine, dopo comunicazione al Presidente dei Commissari.

Art. 6 – Squadre
Gli atleti componenti la squadra sono obbligati ad indossare maglie uguali; è fatta eccezione per i titolari di una maglia di Campione Nazionale, Continentale o del Mondo o di un atleta leader di una classifica ufficiale. Ogni squadra ammessa ha l’obbligo di assistere i propri atleti. Il rifornimento in corsa è a totale carico della squadra.

Art. 7 – Direttori Sportivi
Ogni squadra partecipante è diretta da un direttore sportivo tesserato per la Società stessa,in possesso di una licenza rilasciata da una federazione affiliata all’UCI, valevole per l’anno in corso. Per le squadre miste italiane il D.S. deve essere tesserato per una delle società componenti la squadra.
I direttori sportivi/tecnici hanno l’obbligo di:

  • presentarsi agli organizzatori per essere accreditati;
  • presentarsi alla Giuria per la verifica delle tessere;
  • presentarsi al Direttore di Corsa per la registrazione delle vetture della squadra al seguito della gara;
  • presenziare obbligatoriamente alla riunione tecnica.
  • sorvegliare sul rispetto dei regolamenti da parte dei corridori e del personale addetto alla squadra;
  • assicurarsi che i propri corridori titolari d’eventuali maglie si presentino in tempo utile alla cerimonia protocollare stabilita dall’organizzazione;
  • comunicare al giudice d’arrivo, al termine della tappa, il numero dei corridori ritirati;
  • prendere visione del comunicato relativo al controllo medico e assicurarsi che gli eventuali corridori della squadra convocati si presentino in tempo utile all’Ispettore addetto al controllo;
  • presentarsi in tempo utile a tutte le eventuali convocazioni effettuate dall’Organizzazione o dal Collegio di Giuria;
  • prendere visione del comunicato ufficiale giornaliero che sarà distribuito dall’organizzazione.

Art. 8 – Verifica licenze
Le operazioni di verifica licenze e accredito si svolgeranno Giovedi 1 Giugno dalle ore 14.00 alle ore 16.00 presso i locali  del Comune di Tolmezzo in Via Marchi Giuseppe –  Tolmezzo (UD)

Art. 9 – Riunione tecnica
La riunione tecnica tra i Direttori di Corsa, il collegio di Giuria, il rappresentante della S.T.F. ed i direttori sportivi/tecnici, che sono obbligati a partecipare personalmente, si terrà Giovedi 1 Giugno alle ore 16.30 presso i locali Comune di Tolmezzo in Via Marchi Giuseppe –  Tolmezzo (UD)

Art. 10 – Sede Direzione di Organizzazione, Giuria e Cronometristi
Per tutta la durata della manifestazione, la sede permanente della Direzione di Organizzazione, del Collegio di Giuria e dei Cronometristi sarà ubicata presso i locali del Comune di Sutrio (UD). Di volta in volta saranno segnalate e comunicate sul programma giornaliero di gara, le sedi di “quartier tappa”, dove verranno svolte le immediate operazioni del dopo gara

Art. 11 – Regolamenti
Sono vincolati all’osservanza del presente regolamento e, per quanto non contemplato, alle vigenti norme dell’ UCI e FCI.
i corridori, in possesso di licenza di una federazione affiliata all’ UCI; tutte le persone al seguito della manifestazione regolarmente tesserate alla propria federazione in veste riconosciuta dagli organizzatori e da essi ufficializzata.

Art. 12 – Responsabilità
Nessuna responsabilità di qualunque natura, per danni a persone od a cose derivanti da incidenti di autovetture, moto e biciclette al seguito, non di proprietà della Società organizzatrice o di suoi collaboratori, o per illeciti compiuti dai partecipanti alla manifestazione, può in alcun modo far capo all’organizzazione ed a coloro che con la stessa collaborano.

Art. 13 – Codice della strada
Gli atleti partecipanti ed i conducenti di tutti i veicoli accreditati ufficialmente al seguito della corsa, sono tenuti alla rigorosa osservanza del Codice della Strada e alle disposizioni della Direzione d’Organizzazione. Saranno ritirati i contrassegni ufficiali a chiunque sia attribuita (direttamente o indirettamente) la responsabilità dell’inosservanza alle presenti disposizioni. La società organizzatrice predispone un regolare servizio di sicurezza per la protezione degli atleti in gara.
La manifestazione sarà preceduta da una vettura con un cartello con la scritta ‘inizio gara ciclistica e chiusa da un’altra vettura con un cartello con la scritta ‘fine gara ciclistica.

Art. 14 – Abbuoni
Non sono previsti abbuoni.

Art. 15 – Cronometraggio
La gara è a tempi; i tempi saranno rilevati secondo quanto previsto dai Regolamenti UCI / FCI o programma di corsa. La rilevazione dei tempi sarà fatta a cura dei cronometristi ufficiali della Federazione Italiana Cronometristi.

Art. 16 – Tempo massimo
Il tempo massimo  e stabilito con le seguenti percentuali : 1^ tappa 10%, 2^ tappa 20% , 3^ tappa 20%, 4^ tappa 10%. In ogni caso le disposizioni relative al tempo massimo, in funzione delle caratteristiche delle tappe, verranno comunicate durante la riunione tecnica e comunque non superiore all”ordinanza prefettizia.

Art. 17 – Ritiri
Gli atleti che si ritirano dovranno consegnare il numero ad un componente del Collegio di Giuria o al Direttore di Corsa, o al suo vice e non potranno gareggiare in altra gara sino al termine della manifestazione.

Art. 18 – Cronosquadre
La prova della Cronosquadre dovrà essere effettuata con biciclette da strada. L’ordine di partenza sarà stabilito dall’organizzazione. Il tempo viene rilevato sul  4° atleta. I corridori staccati devono rientrare comunque nel tempo massimo del 30%, come fissato dal presente regolamento. I corridori di ciascuna squadra devono presentarsi al controllo delle biciclette almeno 15 minuti prima della loro partenza.

Art. 19 – Infrazioni e sanzioni (fatti di corsa)
Nelle gare nazionali le infrazioni ai regolamenti saranno puniti con le penalità previste dal regolamento FCI/UCI.
Le penalità in tempo contano per la classifica generale. E’ facoltà del collegio di Giuria applicarle anche sull’arrivo di tappa.
Le ammende dovranno essere pagate secondo le norme emanate dagli organi competenti della FCI.

Art. 20 – Reclami
Non sono ammessi reclami per fatti di corsa.

Art. 21 – Controllo medico
Al termine di ogni tappa, l’eventuale controllo antidoping sarà effettuato, secondo le norme in materia vigenti, in una sede indicata nel comunicato ufficiale dell’Organizzazione. Gli atleti potranno essere accompagnati dal proprio direttore sportivo/tecnico e presentarsi con le proprie tessere ed eventuale interprete.

Art. 22 – Servizio medico
Il servizio è diretto da un medico che, in quanto tale, assume tutte le responsabilità connesse al servizio stesso.
Viene svolto durante la corsa con un’autovettura e due autoambulanze. Il medico è a disposizione di tutti i partecipanti dal momento della verifica licenze sino al termine della manifestazione. Il medico, ai soli effetti della tutela e del rispetto delle sue funzioni, ha la veste equiparata a quella dei Giudici di gara della F.C.I. I presidi ospedalieri di ogni tappa, allegati al presente regolamento, saranno riconfermati, per ogni tappa, sui comunicati ufficiali dell’Organizzazione a cura del medico di gara. Soltanto al medico di gara compete lo svolgimento dell’assistenza sanitaria in corsa, anche in presenza del medico della Società di appartenenza del corridore infortunato .

Art. 23 – Radio corsa
L’organizzazione assicurerà un servizio informazione in corsa “Radio Tour”; tutti gli autoveicoli al seguito dovranno essere obbligatoriamente in possesso di apparato ricevente, omologato, in grado di ricevere le informazioni e le disposizioni che verranno irradiate.  Il canale sarà comunicato durante la riunione tecnica.

 Art. 24 – Premi
Per i premi di tappa e di classifica generale, vale quanto stabilito dalla FCI; gli importi dei premi saranno riportati sul comunicato dell’Organizzazione, cosi come  gli eventuali premi speciali messi in palio.
I premi di tappa saranno corrisposti al momento del ritrovo della tappa del giorno successivo;
i premi speciali e quelli relativi all’ultima tappa e alla classifica generale saranno corrisposti, dopo l’ufficializzazione dell’ordine d’arrivo e delle classifiche finali al momento della cerimonia di premiazione finale.
I premi saranno assoggettati alle disposizioni fiscali vigenti in Italia.

Art. 25 – Punteggi FCI
Verranno assegnati punteggi secondo normativa FCI

Art. 26 – Casco e rapporti
Tutti gli atleti hanno l’obbligo di indossare il casco durante la prova. L’atleta che si presenta, alla partenza, senza casco, non potrà prendere il via. Lo sviluppo del rapporto massimo è di mt. 7,93

Art. 27 – Numeri di gara
Ciascun concorrente ha l’obbligo di portare: due numeri dorsali fissati sulla maglia; un numero da fissare al telaio della bicicletta; numeri al casco. I numeri saranno forniti dagli organizzatori, dopo la verifica delle licenze effettuata dal collegio di giuria. Eventuali corridori che smarrissero detti numeri, potranno richiederli agli organizzatori al ritrovo di partenza della tappa successiva

Art. 28 – Percorsi
I percorsi delle singole tappe e gli orari di partenza, sono indicati sul programma ufficiale della manifestazione e saranno confermati, ogni giorno, sul comunicato ufficiale a cura dell’Organizzazione.

Art. 29 – Direzione Corsa – Direzione Sportiva – Modifica dei percorsi
La manifestazione si svolgerà sotto la direzione del Direttore dei Corsa coadiuvato da uno o più vice Direttore di Corsa in possesso della tessera valida per l’anno in corso. Il Direttore di Corsa può prendere, in accordo con il Collegio di Giuria, tutti i provvedimenti che riterrà opportuno, in caso si verificassero casi di “forza maggiore” o di improvviso impedimento, allo scopo di assicurare il regolare svolgimento della manifestazione e la sicurezza degli atleti. Il presidente del Collegio di Giuria, in collaborazione con gli altri componenti, assume la direzione e il controllo sportivo della corsa; eventuali variazioni di percorsi prima della partenza della gara, dovranno essere adottati da parte del Direttore di Corsa, d’intesa con il presidente del Collegio di Giuria, con l’approvazione della STF / FCI, previo benestare delle autorità competenti.

Art. 30 – Ritrovo di partenza
Tutti i concorrenti ed i loro direttori sportivi/tecnici dovranno presentarsi, al ritrovo di partenza, almeno un’ora prima della partenza, per procedere alle eventuali cerimonie protocollari stabilite dall’Organizzazione, alla firma del foglio di partenza ed a tutte le altre eventuali formalità di rito. Il foglio di partenza sarà ritirato dagli organizzatori 10 minuti prima della partenza e gli atleti dovranno mettersi a disposizione del Giudice di partenza. Eventuali trasferimenti dalla partenza ufficiosa a quella ufficiale dovranno essere fatti da tutti gli atleti in gruppo dietro la vettura del Direttore di Corsa..

Art. 31 – Cambio ruote
E’ ammesso il cambio di ruota o di bicicletta anche fra concorrenti della medesima squadra. La società organizzatrice metterà a disposizione n° 3 autovetture (vetture neutre) contraddistinte da “bandierine gialle” munite di ruote e di biciclette. Il corridore può effettuare il cambio di ruota o di bicicletta anche dalla propria vettura ufficiale al seguito della gara. Non è autorizzato il cambio ruote in moto.

Art. 32 – Vetture ufficiali delle squadre al seguito
Ogni squadra potrà avere al seguito della gara una sola vettura ufficiale, tale diritto sarà valido anche se la squadra avrà un solo concorrente in gara. I numeri distintivi dell’ordine di marcia delle ammiraglie saranno distribuiti giornalmente dall’Organizzazione. L’ordine di marcia delle ammiraglie, per la prima tappa, sarà determinato dal sorteggio effettuato nella riunione tecnica. Nelle tappe successive l’ordine di marcia delle ammiraglie sarà stabilito dalla classifica generale.. Le ammiraglie durante la gara sono tenute   a mantenere  l’ordine di marcia stabilito, non possono abbandonare la loro posizione in corsa e comunque ogni loro spostamento deve essere preventivamente autorizzato. Non sono acconsentiti “tagli di percorso” durante lo svolgimento della gara; tale infrazione, oltre alle comune ammende, porterà alla perdita dell’ordine di marcai nella tappa successiva con la relativa  retrocessione ad ultima ammiraglia.
Il D. S., tesserato per la Società al seguito della gara, è il responsabile delle infrazioni commesse dalle persone accreditate.

Art. 33 – Rifornimento
Il rifornimento di bevande e cibarie, potrà essere effettuato da persone appiedate o dalle vetture ufficiali al seguito dietro la vettura del Presidente del Collegio di Giuria o di un commissario dal 50° km. dopo la partenza e sino a 20 km. dall’arrivo. Preliminarmente il Collegio di Giuria ed il Direttore di corsa, adotteranno tutti gli accorgimenti necessari al fine di assicurare l’effettuazione del rifornimento nel caso di percorsi che presentano una successione di salite e discese. Tali accorgimenti verranno portati a conoscenza dei direttori sportivi/tecnici in occasione della riunione preliminare. Gli eventuali corridori in fuga, fino a che non possono essere assistiti dalle proprie vetture ufficiali, possono essere riforniti di bevande dalla vettura neutra. Il rifornimento tra concorrenti è consentito durante tutta la gara.

Art. 34 – Passaggi a livello
Per i passaggi a livello presenti lungo il percorso di gara, vale quanto previsto dal regolamento FCI/UCI;

  Art. 35 – Ultimi tre chilometri
La regola degli “ultimi 3 Km” verrà considerata nella 2^ e 4^ tappa.  Nella 3^ tappa, “arrivo in salita” tale regola NON verrà considerata.

Art. 36 – Classifiche
Le classifiche del “15° GIRO del FRIULI V.G..” saranno, in ordine di priorità :

    1. Classifica Generale (Maglia Giallo-Blu): si otterrà sommando il tempo impiegato da ogni singolo atleta per ogni singola tappa, tenuto conto delle eventuali penalizzazioni; in caso di parità si terrà conto della somma dei piazzamenti; in caso di ulteriore parità si terrà conto dell’ultimo piazzamento.
    2. Classifica individuale a punti (Maglia Rossa):  ai primi 15 corridori di ogni tappa saranno attribuiti i seguenti punti: 25 – 20 – 16 – 14 – 12 – 10 – 9 – 8 – 7 – 6 – 5 – 4 – 3 – 2 – 1.
      In caso di parità si terrà conto dei seguenti criteri:  a) numero di vittorie di tappa  b) miglior piazzamento nella tappa finale
    3. Classifica Gran Premio della Montagna (Maglia Verde) : è determinata dalla somma dei punteggi attribuiti sui Gran Premi della Montagna, previsti e indicati nei percorsi ufficiali di gara e relative tabelle di marcia.
      Vengono previste 3 categorie di GPM:

      • GPM 1a cat.: per i primi 5 classificati  con il seguente punteggio 12 – 9 – 6 – 4 – 2
      • GPM 2a cat.: per i primi 4 classificati  con il seguente punteggio 9 – 7– 5 – 3
      • GPM 3a cat.: per i primi 3 classificati  con il seguente punteggio 5 – 3 – 1

      In caso di parità si terrà conto dei seguenti criteri:

      • numero dei primi posti nei GPM di 1° cat
      • numero di 1° posti nei GPM di 2° cat.
      • numero di 1 posti nei GPM di 3° cat.. In caso di ulteriore parità si terrà conto della classifica generale a tempo.

Considerato che nella 1^ tappa non vi sono GPM la maglia, alla partenza della 2^ tappa sarà vestita, dopo aver assegnato le altre maglie, dal miglior classificato.

  • Classifica T.V. (Maglia Azzurra): è determinata dalla somma dei punteggi attribuiti sui Traguardi Volanti previsti (5 – 3 – 1). In caso di parità vale il maggior numero di vittorie parziali; in caso di ulteriore parità la migliore classifica generale finale.
  • Classifica Giovani (Maglia Bianca): La classifica terrà conto del miglior piazzato in classifica generale tra i corridori nati nel 2000
  • Classifica 1° Friulano (Maglia Rosa): La classifica terrà conto del miglior piazzato in classifica generale tra i corridori tesserati con società friulane e verrà “vestita” solo  alle premiazioni finali

 

Art. 37 – Assegnazione Maglie
Le  maglie, dopo la  Cronosquadre, verranno assegnate nel seguente modo:

  • Classifica Generale (Maglia Giallo Blu) al primo atleta della squadra prima classificata;
  • Classifica Individuale a punti (Maglia Rossa) al primo atleta della seconda squadra classificata;
  • Classifica G.P.M. (Gran Premio della Montagna) (Maglia Verde) al primo atleta della terza squadra classificata;
  • Classifica T.V. (Traguardi Volanti) (Maglia Azzurra) al primo atleta della quarta squadra classificata
  • Classifica Giovani (Maglia Bianca) all’atleta nato nel  2000 meglio classificato.
    Nelle  successive tappe le maglie verranno assegnate come definito precedentemente.

Art. 38 – Maglie di leader
Gli atleti leader della classifica generale e di una delle classifiche speciali del presente regolamento, devono portare in corsa la maglia relativa fornita dagli organizzatori. In caso un atleta sia titolare di maglie di diverse classifiche, dovrà essere indossata quella di maggiore priorità, stabilita dal precedente art. 36. Nelle altre classifiche, la maglia sarà indossata dal primo atleta che segue in classifica, a patto che non indossi un’altra maglia di maggior valore e non detenga una maglia di Campione del Mondo, Europeo, nazionale.  I relativi premi s’intendono invece assegnati al titolare della classifica.

Art. 39 – Cerimonie protocollari
Al termine di ogni tappa, dovranno obbligatoriamente presentarsi per la cerimonia protocollare di premiazione:

  • il vincitore di tappa;
  • i detentori delle varie maglie

Gli interessati devono presentarsi entro 10 minuti dall’arrivo sul palco delle premiazioni adiacente la zona d’arrivo
Al termine dell’ultima tappa, alla ufficializzazione delle classifiche finali, verranno premiati i primi tre di ogni classifica

Art. 40 – Persone al seguito – Automezzi e moto
Gli automezzi, le moto ufficiali e le persone incaricate dei vari servizi, possibilmente tesserati FCI, al seguito della manifestazione devono essere muniti di contrassegni di riconoscimento forniti dall’Organizzazione. L’organizzatore risponde direttamente per eventuali comportamenti non conformi ai regolamenti UCI / FCI di persone non tesserate a federazioni riconosciute da UCI / FCI.

Art. 41
Per quanto non contemplato, vige il regolamento della U.C.I. e della F.C.I. e le disposizione di Legge dello Stato Italiano.

Fontanafredda, 15  Aprile 2017

Visto e approvato
F.C.I. – S.T.F.

S.C. Fontanafredda
Stefano Baviera